Gruppo porte d’ingresso e il Round Robin Test

EdilegnoArredo ha costituito il Gruppo Porte d’Ingresso che riunisce diversi produttori di porte con caratteristiche di resistenza all’effrazione e qualità garantita.

La linea di confine tra la casa e l'esterno è rappresentata dalla porta che se adeguata, può offrire un'ampia garanzia di sicurezza contro ogni tipo di intrusione. Ma cosa si intende per porta blindata? E quali caratteristiche deve avere per garantire una resistenza all'effrazione? Tutte le porte sono uguali? Chi stabilisce i criteri di qualità di un prodotto, in Italia e in Europa? I soggetti più adatti e qualificati che possono dare una risposta esaustiva a queste domande sono gli stessi operatori del settore che da anni hanno la finalità di sviluppare un linguaggio chiaro ed esaustivo. EdilegnoArredo (l'associazione nazionale dei fabbricanti di prodotti per l'edilizia) ha costituito il Gruppo Porte d'Ingresso che riunisce diversi produttori di porte con caratteristiche di resistenza all'effrazione e qualità garantita. I membri di questo gruppo sono aziende leader del settore come Alias, Bauxt, Dierre, DI.Bi Porte Blindate, Gardesa, Oikos Venezia, Okey, Rubner Türen, Torterolo & Re e Vighi Security Doors, che hanno deciso di muoversi in maniera omogenea e coordinata per promuovere uno straordinario patrimonio di conoscenze, "cultura del fare" e professionalità.

Adolfo Boazzo, Presidente del Gruppo porte d'ingresso di Edilegno Arredo

Adolfo Boazzo, Presidente del Gruppo porte d'ingresso di Edilegno Arredo

Adolfo Boazzo, presidente del Gruppo Porte d'Ingresso spiega: "Siamo un gruppo di aziende, lavoriamo in rete da molti anni perché ci accomuna un elemento importante: non siamo artigiani né distributori, ma siamo produttori, nel mondo della sicurezza, di prodotti di alta qualità".
Questo comparto produttivo nazionale, che nel 2010 si è fatto promotore di una campagna prove denominata "Round Robin Test", presso 5 laboratori notificati tra cui 4 italiani e uno tedesco e che ha portando quest'esperienza anche in ambito europeo, è riuscito ha sollecitare una revisione delle normative di riferimento EN 1627 - 1630, ormai in atto da due anni. Infatti, l'esperienza del Round Robin Test ha dimostrato che le norme così come strutturate lasciano margini di interpretazione e operatività che possono portare a risultati diversi su un medesimo prodotto testato presso laboratori differenti. Da qui la necessità di rendere maggiormente oggettive le metodologie di prova, uniformando quanto più possibile l'utilizzo degli attrezzi di scasso, le caratteristiche del personale di prova, le modalità operative ecc. al fine di rendere i test ripetibili e i risultati confrontabili. La revisione delle norme è attualmente in corso e si sta sviluppando a livello di CEN TC 33/WG7. In questo contesto, tramite Rita D'Alessandro, rappresentante istituzionale e responsabile dell'ufficio normative di EdilegnoArredo, il Gruppo Porte d'Ingresso partecipa attivamente con proposte concrete. Rita D'Alessandro sottolinea: "La revisione normativa riguarda numerosi aspetti sui quali le posizioni dei Paesi europei sono svariate. Oggi per il residenziale, l'esigenza di sicurezza dei Paesi del Sud Europa è orientata alle classi di resistenza all'effrazione 3 o 4, molto diversa da quella dei Paesi del Nord Europa dove la classe più diffusa è la Classe 2, così come le tipologie di prodotti, il design e il livello di finitura sui quali le nostre aziende associate fanno scuola".

 

Pubblica i tuoi commenti