Approvata la norma di prodotto EN 16034

Dopo un lungo e tortuoso iter di lavori normativi, a luglio 2015 entrerà in vigore la norma europea su porte e finestre apribili tagliafuoco e/o tagliafumo.

UCCTIl giorno 8 luglio 2014, i Paesi membri dell’Unione Europea hanno approvato la norma EN 16034. Il titolo ufficiale della EN 16034 è “Pedestrian doorsets, industrial, commercial, garage doors and openable windows - Product standard, performance characteristics - Fire resisting and/or smoke control characteristics” ovvero “Porte pedonali, industriali, commerciali, da garage e finestre apribili - Norma di prodotto, caratteristiche prestazionali - Caratteristiche di resistenza al fuoco e/o tenuta al fumo”.

Questo sta a significare che tra meno di un anno (luglio 2015), questi prodotti potranno circolare liberamente all’interno del mercato europeo, se provvisti di marcatura CE. Preme sottolineare che inizialmente si avrà un periodo di coesistenza tra prodotti rispondenti alle disposizioni nazionali (sistema dell’omologazione) e quelli rispondenti alle disposizioni comunitarie (marcatura CE). Dopo un lungo e tortuoso iter di lavori normativi si avrà presto a disposizione una norma europea su porte e finestre apribili tagliafuoco e/o tagliafumo. I risultati del voto formale effettuato secondo la procedura UAP (Unique Acceptance Procedure) sono stati i seguenti: 22 Paesi hanno votato a favore (tra cui Italia, Germania e Spagna) e 1 Paese ha votato contro (Francia). Otto Paesi si sono astenuti dal voto (tra cui il Regno Unito) ma la loro posizione non contava ai fini del voto formale. Grazie alla nuova norma, i prodotti tagliafuoco e/o tagliafumo, attraverso prove aggiuntive, potranno arricchirsi di altre funzionalità come la tenuta all’acqua, la permeabilità all’aria, la resistenza al vento, l’isolamento termico e acustico, la capacità di chiusura e la resistenza all’impatto.

UNI 11473, pubblicata la parte 3
Pubblicata la terza parte della UNI 11473, la norma "Porte e finestre apribili resistenti al fuoco e/o per il controllo della dispersione del fumo" che si colloca nel quadro della norme UNI che regolano le attività professionali non regolamentate e che si compone delle seguenti parti:
- parte 1: Requisiti per l’erogazione del servizio di posa in opera e manutenzione;
- parte 2: Requisiti dell’organizzazione che eroga il servizio di posa in opera e manutenzione;
- parte 3: Requisiti di conoscenza, abilità e competenza del posatore e del manutentore.
La prima e seconda parte sono state pubblicate recentemente; la terza parte della norma tratta in maniera specifica l'addestramento del personale che esegue il servizio, definendo i requisiti di conoscenza, abilità e competenza - in conformità all'EQF - relativi all'attività professionale dell'installatore e del manutentore di porte resistenti al fuoco e/o a controllo della dispersione del fumo. Nei corsi di qualificazione di UCCT il programma ben definito [da una giornata teorica, una pratica e una a cura del Comando Prov.le Vigili del Fuoco (grazie alla convenzione siglata con il Ministero degli interni)] segue le linee guida previste dalla normativa vigente. Con la conclusione dell’iter normativo, potremo vantare una regolamentazione nel settore dell’installazione e manutenzione delle chiusure tagliafuoco che non ha precedenti nell'ambito normativo europeo e che cercherà di elevare il livello professionale delle aziende e degli operatori.

 

Pubblica i tuoi commenti