Erco: una nuova immagine per l’autorevole “vetrina” varesina

Erco

Avviato un progetto di maggiore vicinanza al cliente: nel marzo 2018 è stato inaugurato un flagship store a Varese

Quest’anno Erco ha festeggiato i suoi primi sessant’anni di attività, anni in cui ha lavorato con impegno, passione e un ben chiaro obiettivo: evolvere il serramento di pvc dal punto di vista tecnico ed estetico per cercare un nuovo approccio al mercato. Grazie alla costante ricerca di innovazione, l’azienda si è affermata e oggi è presente su tutto il territorio nazionale attraverso una rete di qualificati rivenditori.

Erco

Mantenendo fede al suo proposito di rinnovare l’immagine della finestra avvicinandola al mondo del design, nel 2011 ha affidato la progettazione di un nuovo prodotto al noto designer, Giuseppe Bavuso, suo art director, che progetta Shade, un «serramento minimale che vuole suggerire un concetto architettonico più vicino al concept di arredo», come lo stesso designer spiega, che, al contempo, assicura elevate prestazioni di isolamento termico e acustico.

Con il lancio di Shade, selezionata per il Compasso d’oro Adi e per Adi Design Index nel 2013, l’azienda ha impresso una significativa svolta alla sua attività e rinnovato anche la sua immagine sul mercato.

Innovazione costante

È il punto di forza che ha permesso a Erco di rinnovare l’immagine della finestra e il linguaggio del luogo dove proporla al mercato.

 Dal 2013 il progetto Shade è stato evoluto e oggi, oltre a finestre, porte finestra, scorrevoli, la collezione comprende anche porte per esterno certificate antieffrazione in Classe 3, che all’essenzialità estetica uniscono un alto contenuto tecnologico: telaio a sette camere con profondità di 82 millimetri e anta a cinque camere di profondità di 78 millimetri.

Alla collaborazione con Giuseppe Bavuso si sono poi aggiunte quelle con altri designer: Marco Piva, Massimo Cavana, Alessandro Dubini e, più recentemente, Franco Poli che hanno disegnato nuovi modelli di maniglie, poiché nel 2012 l’azienda di Casnate (Co) aveva acquisito la storica fabbrica di maniglie Mandelli 1953 e avviato un progetto di rivisitazione organizzativa e produttiva per ridare all’azienda “lo smalto” che aveva perso durante gli anni della crisi.

Erco

Al passo con il mercato

Gli effetti della crisi hanno radicalmente cambiato le regole del mercato e i comportamenti d’acquisto del consumatore che, oggi, vuole conoscere cosa c’è dietro ai prodotti e sentire maggiormente vicine le aziende. Pertanto, per consolidare la sua presenza sul mercato italiano e comunicare meglio i propri valori e la qualità dei propri serramenti, Erco avvia un progetto di maggiore vicinanza al cliente e, il primo di marzo 2018, inaugura un flagship store a Varese, location a pochi chilometri dalla sua sede e vicina all’aeroporto di Malpensa, scalo per architetti e progettisti stranieri che amano il made in Italy e vengono a cercarlo.

Nell’area riservata all’accoglienza, il personale formato ad hoc illustra ai visitatori le caratteristiche tecniche di collezioni dedicate al mondo del design
«Lo showroom» fa presente Antonio Corengia, ceo Erco, «rappresenta una vetrina in grado di offrire servizi qualificati a clienti e progettisti e si pone come punto di riferimento per entrare in contatto con la realtà Erco, conoscere le novità prodotto e tutte le caratteristiche tecniche delle collezioni esposte, però è utile anche ai nostri rivenditori e ai nostri agenti per capire quali sono le richieste di una clientela sempre più esigente». Il flagship store, il cui allestimento è stato progettato da Giuseppe Bavuso, è stato pensato come un loft di circa 120 metri quadrati, elegante e molto raffinato, che valorizza, grazie anche a un particolare sistema di illuminazione, i serramenti delle collezioni Shade e Dry, l’ultima collezione nata in casa Erco, che si integrano perfettamente nel design dell’ambiente. «Nel flagship store», spiega Giuseppe Bavuso, «la scenografia è molto bella, pulita. Il linguaggio è di estrema contemporaneità e anche i materiali sono stati scelti e legati in funzione della presentazione dei prodotti».

Le novità non mancano mai e, recentemente, con l’obiettivo di ampliare la sua offerta, l’azienda ha siglato un accordo di partnership con il marchio Air-lux, diventando distributore esclusivo per l’Italia di una collezione di facciate di vetro a filo pavimento e a filo soffitto con finestre scorrevoli di grandi dimensioni, caratterizzato da un sistema di tenuta all’aria brevettato.

«La partnership con Air-lux arricchisce la già ampia gamma di prodotti a marchio Erco», spiega Claudia Giordani, responsabile marketing dell’azienda, «e ci consente di proporci sul mercato con un’offerta completa dedicata al mondo del serramento».

Il segno della contemporaneità

Oltre a Shade, protagonista nel flagship store Erco di Varese è anche Dry, un sistema di infissi con linee pulite e asciutte e profili ridotti, dove una sottile anta interna svolge anche funzione di fermavetro. 

Dry: linee pulite e asciutte e profili ridotti per un design contemporaneo 
 Al design contemporaneo, progettato da Giuseppe Bavuso, Dry unisce altissime prestazioni termiche e acustiche: vetro a doppia camera di sei centimetri, compresi i profili, anima interna di resina sintetica per garantire il massimo isolamento, profilo esterno di alluminio, disponibile in colori ossidati o verniciati, resistente agli agenti atmosferici e profilo di battuta interno di alluminio ricoperto di legno che può essere personalizzato, grazie a una palette di finiture di vero legno, come rovere termo trattato, rovere grigio e rovere sbiancato. Anche il profilo esterno può essere declinato in diversi colori per adattarsi alle esigenze del cliente o alle specifiche degli interventi architettonici: ristrutturazioni di antichi palazzi, presenza di facciate ventilate o di inferriate. Ovviamente, il flagship store è “vetrina” anche per le maniglie Mandelli 1953 la cui offerta, recentemente, si è arricchita di un altro prodotto di design. ErcoAqualung, la nuova maniglia di ottone firmata dal designer Franco Poli, il cui design trae ispirazione dalla forma rielaborata, in chiave moderna e astratta, del delfino che si distingue per il segno affusolato e sinuoso. È disponibile in diverse finiture galvaniche (cromo lucido e opaco, oro lucido e opaco, grafite e nickel satinato opaco) che migliorano la sua estetica e al contempo aumentano la resistenza alla corrosione.

Realizzata nella versione a martellina e a cremonese, Aqualung può essere applicata a qualsiasi infisso, mentre per l’applicazione su porte occorre richiedere la versione con rosetta oppure con piastra integrata.

Consulenza personalizzata

Intervista a Claudia Giordani, responsabile marketing di Erco

ErcoAi rivenditori è dedicato l’altro progetto su cui l’azienda sta lavorando dal 2017, ovvero l’apertura di una serie di corner all’interno dei loro showroom. «Crediamo molto nella partnership che sarà la strada da percorrere per il futuro», afferma Claudia Giordani, «Con “Spazio Erco”, che sta dimostrando ottime proiezioni di crescita, abbiamo lanciato un progetto di partnership con un gruppo di rivenditori, clienti maggiormente fidelizzati, offrendo loro non solo prodotti ma soprattutto consulenza».

In che modo “soprattutto consulenza”?

Al di là dei prodotti e di tempi di consegna certi e veloci, che per alcune tipologie è di soli 15 giorni lavorativi, il punto di forza della nostra proposta è la consulenza che offriamo presso i punti vendita attraverso l’organizzazione di incontri personalizzati, gestiti da nostri esperti tecnici, su argomenti gestionali, come, per esempio, sul controllo della marginalità, elaborazione di preventivi completi, pagamenti eccetera. Inoltre, consigliamo al rivenditore un gruppo di fornitori, che conosciamo molto bene, ai quali rivolgersi in caso di necessità, ottenendo sconti ed essere, quindi, competitivi.

Quanti rivenditori hanno aderito al vostro progetto?

A oggi, i rivenditori che hanno aderito alla nostra proposta sono una quindicina, ma quello che è davvero importante è che condividono e apprezzano molto il metodo di lavoro che abbiamo adottato.

Pubblica i tuoi commenti