FIERE, business e formazione: Klimahouse, il pioniere dell’efficienza

Risultati positivi e soddisfazione generale per la 10a edizione di Klimahouse, che ribadisce il suo ruolo di primo piano nell’ambito dell’efficienza energetica e del risanamento in edilizia.

klimahouse 2015Anno dopo anno, l'appuntamento bolzanino ha conquistato un crescente successo grazie alla sua costante capacità di anticipare in Italia le nuove influenze internazionali sulla tutela ambientale, favorita dalla posizione strategica di Fiera Bolzano nel cuore della Provincia altoatesina. Formula vincente della manifestazione, il calibrato mix tra uno spazio espositivo dedicato alle novità di prodotto proposte dalle aziende di settore, selezionate da una giuria di qualità, e gli articolati programmi di eventi formativi e informativi messi a punto con partner di primo piano.

Quest'anno sono state 460 le aziende espositrici, 38.200 i visitatori, 770 i partecipanti al Congresso internazionale organizzato in collaborazione con l'Agenzia CasaClima. Più di 1.000 i partecipanti ai forum tematici, 330 quelli alle visite guidate a edifici modello. Il decimo compleanno di Klimahouse ha coinvolto architetti, progettisti, operatori del settore, istituzioni, ma sempre più un pubblico finale consapevole e interessato a realizzare abitazioni a basso impatto energetico e ambientale, come  testimoniato dalle migliaia di messaggi appesi all'albero del futuro installato davanti all'ingresso di Fiera Bolzano. Tra i momenti più significativi della fiera, l'intervento dell'Architetto Mario Cucinella al Congresso internazionale "Costruire con intelligenza", che ha sottolineato come il tema della sostenibilità ambientale coinvolga tutti allo stesso livello: "Prima di parlare di aspetti tecnici bisogna parlare di politiche legate al clima, al consumo di energia. Noi  parliamo di eredità e di bellezza del nostro Paese ma dobbiamo avere la consapevolezza di ricoprire un ruolo da attori nella salvaguardia dell'ambiente e del nostro patrimonio. Parliamo molto di statistiche e numeri, ma non parliamo di conseguenze. Naturalmente non vogliamo costruire solo oggetti  sostenibili, ma una vita sostenibile: in ogni cosa che facciamo cade la responsabilità di ognuno di noi".

Pubblica i tuoi commenti