FIERE, business e formazione

Klimahouse, Klimainfisso e Made expo hanno aperto il 2015, susseguendosi in meno di un trimestre. Tre diversi format che coniugano innovazione, business e aggiornamento professionale.

Il 2015 ha esordito con un nutrito gruppo di appuntamenti fieristici: Klimahouse, Klimainfisso e Made expo; tre diversi format, così come molto diverse sono le ubicazioni e dimensioni, il layout e gli obiettivi, i pubblici di riferimento e il respiro internazionale. Klimahouse, tenutasi a Bolzano dal 29 gennaio al 1° febbraio 2015, ha festeggiato 10 anni di impegno pioneristico nell'evidenziare e valorizzare le tematiche dell'edilizia sostenibile. Precursore di un trend socio-economico che si è diffuso in Italia solo negli ultimi anni, la manifestazione è tutt’oggi un autorevole punto di riferimento non solo per architetti, progettisti, costruttori edili, ma anche per gli utenti finali che desiderano costruire la propria abitazione secondo criteri di efficienza energetica e di sostenibilità. Klimainfisso, partorita dal background di Klimahouse e giunta quest'anno alla seconda edizione che si è tenuta dal 5 al 7 marzo, è una "fiera tascabile", facile da visitare, a basso costo per gli espositori e iperspecialistica. È infatti l'unica fiera italiana della filiera del serramento e propone un concentrato di tecnologie di serramenti, vetri e facciate. Promozione efficace all'estero e alta qualità espositiva: questi i punti di forza di MADE expo, tenutasi quest’anno dal 18 al 21 marzo. Sin dal suo debutto, la kermesse milanese ha affiancato al ruolo di piattaforma di business quello di catalizzatore culturale dell'intero sistema delle costruzioni, grazie alla presenza di eventi e incontri tecnico-culturali che affrontano i temi più caldi del settore.

Le tre manifestazioni, valutate in un quadro d'insieme, potrebbero effettivamente disegnare un sistema organico, declinato su scale territoriali e dimensionali differenti, di opportunità di promozione, visibilità e business per le aziende del comparto serramentistico. Il calendario fieristico pone però un problema logistico, che in un contesto di crisi come quello attuale non appare secondario: appuntamenti troppo ravvicinati, tutti concentrati in meno di un trimestre all'inizio dell'anno, che rischiano di mettere in difficoltà le aziende espositrici, anziché offrire loro reali vantaggi. Vediamo più nel dettaglio quali sono stati gli andamenti delle tre fiere più importanti dell’anno.

Proseguite la lettura dell'articolo ai seguenti link:

Fiere, business e formazione: Klimahouse, il pioniere dell’efficienza

Fiere, business e formazione: Klimainfisso, focus sui serramenti

Fiere, business e formazione: Made expo, il palcoscenico internazionale

Pubblica i tuoi commenti