Finestre Navello nelle Langhe: tecnologia, estetica e natura

I serramenti Navello, rigorosamente di legno e su misura, rispettano lo stile d’epoca della villa apportando al progetto alta efficienza energetica.

Nelle Langhe, in Piemonte, un accurato intervento di ristrutturazione e riqualificazione energetica ha ridato nuova veste a una dimora composta di un vecchio edificio ottocentesco e da una costruzione del 1940. Il raffinato progetto è stato realizzato dall'architetto Fabio Borello di Alba, capace di unire la riscoperta di antiche superfici originali del complesso a scelte tecnologiche all'avanguardia in termini di risparmio energetico. La dimora si sviluppa ora su un totale di 375 m2 disposta su due piani, cui si aggiungono 280 m2 interrati oltre al terrazzo e porticato per ulteriori 100 m2, tutte aree dove sono state preservate le facciate esterne esistenti, con una rivisitazione totale, in chiave moderna, degli stili interni. Al piano terra è presente la zona giorno sviluppata come un open space, separata dalla sala da pranzo, dalla cucina e dal soggiorno mediante un particolare camino e dall'ingombro del vano ascensore. Al primo piano sono invece presenti la zona notte con tre camere da letto, due bagni e la lavanderia caratterizzata da una copertura con travi a vista. Il linguaggio ottocentesco degli ambienti interni è stato conservato, ma riproposto mediante l'uso e la realizzazione di particolari elementi e dettagli dell'architettura contemporanea come per esempio l'eleganza della scala di ferro corten montata su uno sfondo di pareti originali in pietra lasciate a vista. In un contesto così ricercato, hanno trovato spazio i serramenti Navello, rigorosamente di legno e realizzati su misura rispettando lo stile dell'epoca ma, allo stesso tempo, apportando al progetto tutte le qualità di efficienza energetica che caratterizzano l'intervento. In particolare, nell'edificio dallo stile più classico, sono stati montati sedici battenti in rovere mordenzato noce del modello Seta 2.0, con la sua linea classica e le vetrocamere termoisolanti, mentre nell'edificio più moderno sono stati collocati undici battenti della linea Omero in frassino laccato grigio scuro: di questi, otto con veneziana interno vetro motorizzata e otto con zanzariera orizzontale. Lo stile più contemporaneo di questi serramenti ha permesso l'inserimento di vetrocamere di ultima generazione, assicurando il massimo isolamento e una regolazione termica particolarmente flessibile e naturale per ogni stagione. I colori e le finiture personalizzati dei diversi modelli sono stati anch'essi scelti a seguito di una comparazione fra campioni differenti realizzati ad hoc dalla Navello, cromie e materiali che sono stati ripresi anche da altri componenti di arredo realizzate dalla raffinata capacità artigianale della Falegnameria Toppino, rivenditori e installatori dei serramenti Navello.

INTERVISTA ALL'ARCH. FABIO BORELLO 

Com'è avvenuta la scelta nei confronti dei prodotti Navello?
Conosco già Navello perché collaboro con loro ormai da qualche tempo e ho avuto modo di sperimentare più di una volta i loro prodotti nei miei progetti. Sono quindi a conoscenza della validità dei loro serramenti e, date le elevate richieste del cliente, in termini di qualità e prestazioni, ho ritenuto opportuno che anche per questo progetto potevo tranquillamente affidarmi alla Navello e proporre al mio cliente i loro prodotti.

Che tipo di consulenza ha avuto da parte della Navello, oppure dai loro installatori o rivenditori, durante la fase progettuale, esecutiva e poi di cantiere?
Abbiamo la fortuna che la Navello è in Provincia di Cuneo, zona appunto dove abbiamo il nostro studio di progettazione e ci siamo affidati a un loro rivenditore che è anche installatore di nostra fiducia, la Falegnameria Toppino. Fra noi progettisti, la Navello e la Falegnameria Toppino si è sviluppata così una vera e propria collaborazione che ha avuto inizio fin dalle prime fasi progettuali della ristrutturazione. Solitamente accompagniamo i nostri clienti a far visita allo showroom Navello, anche insieme all'installatore, in questo modo è possibile osservare da vicino tutti i vari modelli e soprattutto avere un confronto diretto con i produttori per conoscere a fondo le prestazioni tecniche ed estetiche di ogni serramento.

Come si è orientata la scelta verso i prodotti Linea Seta 2.0 e Omero?
Il cliente era particolarmente esigente riguardo all'ottenere delle prestazioni molto elevate dei propri serramenti, proprio perché con questa ristrutturazione ha voluto realizzare un intervento di riqualificazione energetica di tutto il manufatto. Servivano quindi dei serramenti performanti, uniti a degli accessori per la predisposizione di una certa qualità come i controtelai della Maico o i cassonetti perfettamente coibentati, data l’elevata esposizione delle ampie superfici vetrate all’esterno, dotate solo di frangisole. Il cliente volendo ottenere quindi ottimi risultati, e comprendendo il perchè della differenza di prezzo di determinate soluzioni, ha scelto modelli come Omero o Linea Seta 2.0, rimanendone più che soddisfatto.

Qual è il valore aggiunto di poter contare direttamente sulla consulenza dell'azienda produttrice?
Per noi progettisti la Navello si pone come un partner, un collaboratore, un punto di riferimento durante tutto l'iter progettuale ed esecutivo che ci supporta nell'accompagnare i nostri clienti nelle proprie scelte sia tecniche sia estetiche. Non si limita quindi a un servizio di pura vendita, ma segue il progettista orientandolo nelle scelte più adeguate al contesto in questione. Altro loro punto di forza che vedo che i clienti apprezzano è che è la Navello è un'azienda che, a parte il vetro e la ferramenta, realizza tutto internamente, e questo permette un controllo scrupoloso su ogni elemento, un prodotto qualificato e certificato, sinonimo di totale garanzia, oltre che a essere a disposizione per qualunque personalizzazione di colore e finitura che esula dal catalogo standard.

Quanto è importante la scelta dell'installatore e quindi di una corretta posa in opera degli infissi?
Come già accennato, mi sono rivolto alla Falegnameria Toppino proprio perché ho avuto modo di collaborare con loro in passato e conosco la raffinatezza del loro operato. Sapevo quindi di poter contare su di loro sia per un servizio di corretta posa in opera degli infissi, sia per tutta una serie di richieste di finiture estetiche e dettagli progettuali personalizzati che ho potuto richiedere loro avendo alle spalle la capacità e la manualità di una falegnameria artigianale, come per esempio la realizzazione del tavolo su misura presente in soggiorno.  

Fotografo: TinoGerbaldo - Bra

Pubblica i tuoi commenti