Intervista a Daniela De Faveri, General Manager Eclisse Srl

100% made in Italy. Tutti gli stabilimenti produttivi Eclisse sono localizzati in Italia, presso la sede centrale di Pieve di Soligo, Treviso.

L'innovazione per Eclisse è rappresentata dal lavoro quotidiano, dall'idea progettuale del controtelaio, fino allo studio dei piccoli dettagli tecnici in grado di sviluppare infinite soluzioni personalizzate per ogni spazio ed esigenza. Non è facile mostrare qualcosa che va nascosto, bisogna raccontare i dettagli che fanno la differenza, bisogna mostrare progetti e realizzazioni per descrivere la versatilità e la flessibilità di queste soluzioni e soprattutto bisogna saper risolvere i problemi, quelli veri, quelli legati alla progettazione, al cantiere, alla posa in opera fino all'utilizzo quotidiano oggi, domani, sempre. La costante ricerca dell'azienda ha portato allo sviluppo di controtelai per porte scorrevoli adatti a qualsiasi materiale costruttivo, per pareti in intonaco e cartongesso e a brevetti esclusivi. A seguire l'intervista al General Manager dell'azienda Daniela De Faveri.

L'innovazione di prodotto passa necessariamente dall'innovazione di processo. Quali tecnologie avete installato recentemente nella vostra azienda e come tenete aggiornati i vostri sistemi produttivi?
Innovare significa "fare qualcosa di nuovo", che può essere un prodotto, una caratteristica oppure un processo. Gli oltre 40 brevetti che vanta Eclisse sono la risposta del nostro continuo sforzo innovativo per ottenere prodotti facili da installare e al tempo stesso performanti. Abbiamo sempre pensato ai nostri prodotti in base alle esigenze di installazione e di funzionalità. Da qui sono nate idee come Luce, il primo controtelaio cablabile e predisposto per l'installazione di punti luce e prese, oppure Ewoluto scorrevole, l'unico controtelaio in grado di sostenere pesi fino a un massimo di 360 kg. La nostra cura e attenzione al dettaglio ci ha portato a sviluppare l'esclusiva zigrinatura della rete, un accorgimento che facilita il muratore nell'intonacatura. L'innovazione non si traduce solo in una facilitazione della posa ma anche in un miglioramento estetico dei prodotti. Per esempio, l'idea di utilizzare delle guarnizioni per la traversa superiore verniciabili fa sì che queste possano essere dipinte con la stessa finitura della parete, diventando invisibili e assicurando una perfetta resa estetica.

Quali sono le garanzie che chiedete ai vostri fornitori per raggiungere l'eccellenza produttiva sotto ogni aspetto?
La selezione dei fornitori non si basa esclusivamente sulla verifica dei requisiti di qualità e tecnica ma anche sul rispetto di criteri di sostenibilità ambientale ed etica. Questa verifica è necessaria per favorire il miglioramento delle forniture a partire da parametri come la competitività economica del fornitore, la conformità alle esigenze di fornitura e i tempi di consegna. Eclisse opera già da alcuni anni secondo gli standard UNI EN ISO 14001 che definisce lo sviluppo di un efficace sistema di gestione ambientale. Allo stesso modo, la selezione favorisce i fornitori locali e coloro che operano secondo gli stessi standard. Per quanto riguarda legno e carta richiediamo il sistema di certificazione FSC che garantisce che la materia prima usata proviene da foreste dove sono rispettati dei rigorosi standard ambientali, sociali ed economici.

Quali sono i temi sui quali state lavorando maggiormente? Su quali aspetti è oggi concentrata la vostra ricerca? Materiali, dimensioni, finiture…
Eclisse Syntesis Collection, ovvero la nostra linea dedicata alle soluzioni per porte, sportelli e battiscopa filo muro ci ha dato grandi soddisfazioni negli ultimi anni. In questo segmento siamo cresciuti di oltre il 30% proprio perché forniamo un sistema completo e modulare che copre ogni esigenza e apertura. Per esempio, lo stesso profilo per battiscopa è stato studiato per agganciarsi direttamente ai nostri telai. In questo modo, l'utente che sceglierà una porta scorrevole o a battente filo muro potrà contare anche su uno zoccolino filo parete e quindi su una parete completamente priva di sporgenze. Abbiamo due grosse novità per l'inizio del 2018 che riguarderanno ancora una volta questo settore.

Come si raggiunge il perfetto connubio tra prestazioni ed estetica? Oggi quale dei due aspetti finisce per essere preponderante sull'altro?
Si tratta di due componenti complementari nella valutazione globale di prestazione di un prodotto. Ovviamente l'aspetto funzionale in questo senso è una sorta di prerequisito che però non può essere slegato da quello estetico. Nel nostro caso, telai e controtelai sono delle strutture che nascono per essere nascoste all'interno del muro che quindi devono necessariamente funzionare alla perfezione oggi e nel tempo. Quello che però ci differenzia è che le caratteristiche tecniche dei controtelai, oltre a facilitare la posa in opera e il lavoro di chi installa, sono fondamentali per consentire soluzioni esclusive e realizzazioni di design che altrimenti non sarebbero possibili. Ne è un esempio la collezione Eclisse Shodo, quella che noi definiamo come l'evoluzione del filo muro che siamo abituati a conoscere, ovvero la prima linea di prodotti per porte che presenta stipiti, cornici e coprifili filo muro e un profilo per battiscopa, anch'esso filo muro.

Uno degli aspetti fondamentali all’interno della vostra attività è senza dubbio la formazione, necessaria soprattutto per quanto riguarda le tecnologie più evolute. In questo senso come gestite il rapporto con i vostri serramentisti?
Abbiamo sviluppato diverse tipologie di corsi formativi per il serramentista: corsi di vendita, tecnici e di posa in opera. Questi corsi si svolgono prevalentemente presso la nostra sede oppure presso il cliente. Una corretta posa in opera è fondamentale soprattutto per alcune tipologie di prodotti ed è un requisito fondamentale per garantire al privato un risultato finale perfetto.

Pubblica i tuoi commenti