Italserramenti per il progetto di riqualificazione Bergamo+

L’azienda interviene in un importante esempio di riqualificazione di aree dismesse di Bergamo, ora quartiere residenziale con Parco annesso.

Il tema delle aree dismesse è un argomento che accomuna molte città, non solo italiane, ma anche europee e riguardano quelle zone urbane un tempo occupate da grandi realtà industriali, forze motrici dell'economia dei vari paesi. Tra la fine del XIX secolo e l'inizio del XX le periferie delle principali città, infatti, sono state il luogo ideale per la costruzione dei poli produttivi, aree che, a seguito della Seconda Guerra Mondiale e della successiva ricostruzione, sono state poi inglobate nel tessuto urbano in crescita. Tale frammistione ha generato situazioni di coesione fra funzioni differenti, spesso non riuscite. Le prime aree industriali iniziarono così a essere abbandonate nel corso degli anni '70 con l'inevitabile conseguenza di lasciare fra il tessuto imponenti vuoti urbani. È il caso dell'area dell'ex Enel a Bergamo che di recente è stata riqualificata mediante il progetto dello Studio Antonio Citterio Patricia Viel and Partners dando luogo a un nuovo quartiere residenziale dal nome Bergamo+ e del nuovo Parco Locatelli.


L'area è situata ai confini del Borgo San Lorenzo nei pressi del centro della città ed era occupata da una serie di edifici realizzati negli anni '60 sulla demolizione di edifici preesistenti dei primi del '900. Ora nell'area ci sono 120 alloggi per 18.400 m2 di superficie distribuita in cinque corpi di fabbrica per un'altezza massima di sette piani fuori terra. Altri 1.300 m2 di superficie sono stati adibiti a uffici e ricavati nell'unico edificio originario, mantenuto come ricordo e memoria storica del passato. Per questo importante progetto Italserramenti ha avuto l'onere di curare la progettazione e la realizzazione dei serramenti installati in tutti gli uffici e le unità abitative, referenza complessa, dove gli architetti e la committenza richiedevano massima luce agli ambienti interni dell'edificio, contenimento del livello della rumorosità proveniente dall'esterno, alti livelli di sicurezza, abbattimento delle dispersioni termiche, riduzione delle spese di manutenzione e insieme un design esclusivo. Per soddisfare contemporaneamente queste richieste Italserramenti ha così progettato un serramento specifico in legno/alluminio a elevate prestazioni denominato "Vivaldi Integrale in Tecnorovere" realizzato in rovere multilamellare con parte interna a mosaico.

INTERVISTA A ROBERTO GALLI, PRESIDENTE DI ITALSERRAMENTI

Il serramento utilizzato è stato studiato e messo a punto proprio per questo progetto oppure le varie componenti fanno parte dei modelli disponibili a catalogo?
Il serramento scelto per questo progetto è molto particolare ed è il frutto di una ricerca che ha avuto inizio circa cinque/sei anni fa fra lo Studio Citterio e Italserramenti che insieme hanno ideato, prototipato e, infine, realizzato un prodotto ad hoc pensato per delle residenze di qualità. Esso è un serramento di legno/alluminio con l'interno in rovere e una finitura che simula l'effetto del parquet, mentre all'esterno si presenta a tutto vetro, perché la lastra viene incollata strutturalmente al telaio in alluminio. Dal punto di vista estetico, quindi, è come se fosse una facciata continua e questo determina in sostanza l'assenza dell'esigenza di manutenzione nel tempo, elevata sicurezza nell'effrazione, un vetro di 0.5 a doppia camera con performance importanti di trasmittanza termica e allo stesso tempo di protezione del rumore perché riesce ad abbattere più di 42 decibel complessivi.

Chi ha installato i serramenti in tutto il condominio e, dato il prodotto innovativo, com'è avvenuta la sua posa?
La posa è stata fatta da tecnici di Italserramenti da noi formati e qualificati, in quanto tendiamo a fare tutto internamente, dall'ideazione di un prodotto, l'ingegnerizzazione, la sua produzione, fino alla corretta posa in opera e collaudo. Per la posa in opera sono stati utilizzati materiali ad alte prestazioni che hanno previsto del fondo giunto e del materassino espandente con silicone. Inoltre, i progettisti hanno richiesto una posa dell'infisso a filo muro, sia in interno sia in esterno, senza coprifili, ottenendo quindi una perfetta complanarità dell'elemento finestra con le pareti. Si parla di circa 1.000 serramenti installati, per la maggior parte composti di ante scorrevoli di grandi dimensioni a dimostrazione della volontà di voler ottenere un prodotto di alto livello.

Che cosa ha condotto all'utilizzo dei prodotti Italserramenti?
Italserramenti, con lo Studio Citterio ha in atto una collaborazione da qualche tempo, che, come prima accennato ha portato allo studio di un prodotto ad alte prestazioni che negli anni è stato testato e messo a punto. Questo specifico prodotto è stato quindi scelto dal committente al quale era stato presentato, che l'ha voluto da capitolato. Sia il general contractor sia la direzione lavori, avevano quindi un'indicazione precisa e specifica di quale prodotto il committente richiedeva per il suo edificio. È un serramento che ha avuto il percorso che ogni prodotto di qualità dovrebbe avere, se si vogliono ottenere edifici di qualità e duraturi nel tempo e, in questo caso, gli infissi corrispondono realmente al valore dell'investimento e ai desideri dell'investitore.

Che tipo di dinamiche si sono succedute fra produttori, rivenditori, progettisti e committenti per ottenere il risultato finale?
Dalla committenza, ai progettisti, alle imprese e aziende coinvolte, tutto l'intervento rappresenta una buona riuscita di un progetto di qualità, dove in primis il committente voleva un progetto di alto livello. Si è quindi circondato dello Studio Antonio Citterio Patricia Viel and Partners che è garanzia di eleganza e stile e da una serie di aziende qualificate che hanno messo a punto prodotti specifici studiati per loro e insieme a loro. Anche perché l'edificio si trova in una zona molto bella di Bergamo, che ha anche un valore etico e sociale essendo parte di un complesso progetto di riqualificazione di queste aree dismesse da tempo.

Pubblica i tuoi commenti