La parola a Gianni Franchini di Scm Group

SCM Group, oggi conta un numero elevato di aziende e di prodotti “made in Italy”, altamente performanti e tecnologicamente all’avanguardia.

SCM Group

Scm Group è il più grande gruppo al mondo specializzato nella progettazione, produzione e distribuzione di macchine utensili, componenti industriali e fonderie. Grazie a una forte politica di espansione internazionale, conta oggi 20 filiali estere, di cui 9 in Europa, 6 nel Nord America, 3 in Asia, 1 in Sud America e 1 in Medio Oriente e 3 principali poli produttivi in Italia, per un totale di 600.000 m2 e una produzione annuale di oltre 17.000 macchine. Con più di 3.000 dipendenti, 1.000 tecnici di assistenza e oltre 350 distributori e agenti, vanta la più importante rete distributiva del settore e un eccellente servizio di assistenza post vendita. Il frutto del costante impegno aziendale è dimostrato dagli ottimi risultati conseguiti nel 2015, anno nel quale Scm ha raggiunto un fatturato superiore ai 500 milioni di euro, in aumento del 10% rispetto al 2014. Con una quota export pari al 90%, il 2015 ha visto straordinari risultati anche sul mercato italiano, con una crescita del 28% del business macchine. Le radici di Scm Group nascono nel 1952 quando i già soci Nicola Gemmani e Lanfranco Aureli, esperti di fonderie e lavorazioni meccaniche, danno il via a una collaborazione che vede nascere la loro prima macchina per la lavorazione del legno progettata dall'ingegner Giuseppe Gemmani, figlio di Nicola. In breve tempo Scm con il marchio L'Invincibile, si afferma con una gamma completa di macchine classiche che le permette di conquistare tutti i mercati, raggiungendo la leadership nel mondo. Nel corso degli anni, grazie a un importante percorso di crescita, ha acquisito una molteplicità di aziende specializzate in diversi segmenti di produzione, le quali gli hanno permesso di assumere un ruolo molto autorevole nel settore e di aprirsi a nuove tecnologie. Il gruppo è oggi guidato da Giovanni Gemmani, Presidente, e Andrea Aureli, Amministratore Delegato. Per conoscere un po' meglio l’azienda, i suoi prodotti e le sue prossime iniziative, rivolgiamo qualche domanda all'Ingegner Gianni Franchini, Housing Business Unit Manager del Gruppo.

SCM Group

La qualità dei vostri prodotti ha giocato sicuramente un ruolo fondamentale per sopravvivere alla crisi iniziata nel 2008 e ancora oggi purtroppo non definitivamente conclusa. Scm Group su quali fattori ha puntato per salvaguardarsi da questo periodo poco favorevole e arrivare oggi a essere una delle maggiori aziende di riferimento per il settore?
Abbiamo affrontato il periodo di crisi in maniera proattiva, continuando a investire sui nostri asset fondamentali, da sempre alla base del nostro successo. Innanzitutto la R&S: possiamo contare su un team di oltre 500 ingegneri, con circa 500 brevetti all'attivo e ogni anno vi investiamo almeno il 5% del fatturato, una cifra importante che ci consente di offrire ai clienti soluzioni performanti e su misura, punti di riferimento per il mercato. Altri due nostri elementi distintivi sono la vicinanza al cliente e il servizio di assistenza: possiamo contare su 20 filiali, la più imponente rete distributiva del settore, con oltre 350 distributori e un team di 1.000 tecnici in grado di assistere i clienti in tutto il mondo. Terzo asset fondamentale è sicuramente l'ampiezza della nostra offerta: proponiamo la più vasta gamma di tecnologie per l'industria del mobile, del serramento, dell’edilizia in legno e per l'artigiano, coprendo la totalità delle funzioni del processo. Attraverso la nostra divisione engineering, inoltre, progettiamo e realizziamo linee e impianti integrati per i clienti industriali, riuscendo a soddisfare le richieste più esigenti e personalizzate di grandi gruppi in tutto il mondo, dagli Stati Uniti alla Cina.

SCM Group

Il mercato è in continuo cambiamento e le richieste dei clienti sempre più esigenti. Quali sono le ultime novità proposte dal Gruppo nel settore serramenti? Ci può svelare già qualche anticipazione che porterete alla fiera Xylexpo il prossimo maggio?
L'expertise Scm nei centri di lavoro sarà espressa da due modelli della gamma Accord. A Xylexpo esporremo per la prima volta in Italia l'Accord 50 FX, il nuovo centro di lavoro a 5 assi, con piano fisso e portale mobile, capace di eseguire fresature e forature su pezzi fino a 500 mm di altezza, utilizzando utensili di grandi dimensioni. Concepito per soddisfare le esigenze di molteplici settori d’impiego, dagli elementi di design in legno alle applicazioni su materiali plastici e avanzati, trova importanti applicazioni nel settore del serramento. Presente in fiera anche l'Accord 25 soluzioni di alta tecnologia e semplicità d’uso con un investimento contenuto, ideale per le piccole e medie imprese che producono porte, finestre, scale e mobili in massello. Equipaggiato con piano automatico Matic, gruppo operatore Prisma a 5 assi e sistema di sicurezza Pro-Speed, rende possibile la lavorazione completa del pezzo con tempi estremamente ridotti di set-up e cambio utensile a vantaggio della massima produttività. Nell’ambito della finitura, invece, sarà presente il robot hi-tech antropomorfo ad alte prestazioni Maestro, a marchio Superfici, ideale per la verniciatura dei serramenti o di qualsiasi elemento appeso. Il robot dispone di 6 assi ampliabili per gli impianti più complessi e dotati di sistema di pressurizzazione. L'affidabilità, la costanza e la qualità delle prestazioni sono garantite dalla ripetibilità e dalla precisione di esecuzione del robot stesso. Il sistema è stato appositamente studiato per facilitare la verniciatura di elementi di grandi dimensioni, come i serramenti.

Manualità e rispetto per la materia prima legno sono valori che vanno aggiunti alla tecnologia. In che modo sostituite questi valori nelle vostre tecnologie?
La tecnologia che offriamo al mercato è oggi talmente evoluta che è in grado di garantire una qualità eccellente con il massimo della personalizzazione del prodotto finito.

SCM Group

La tecnologia SCM arriva in molti Paesi del mondo. Quanto è importante per voi l’export?
Complessivamente registriamo una quota export del 90%, valida anche per il settore specifico del serramento.

Per quanto riguarda i giovani, organizzate dei corsi o avete qualche scuola di formazione interna?
La formazione è per noi un elemento da sempre molto importante, motivo per il quale collaboriamo con alcuni eccellenti centri di formazione in Europa, come per esempio l'Istituto IFT di Rosenheim. Siamo inoltre tra i fondatori e fornitore esclusivo della tecnologia per la lavorazione del legno del Centro Tecnologico del Legno (CTL) in Val Poschiavo. Riteniamo che lavorare sui giovani sia imprescindibile e siamo molto orgogliosi di questo nostro impegno.

Per quanto riguarda la sostenibilità, in che modo salvaguardate questo valore nella vostra produzione?
Guardiamo con molta attenzione al tema della sostenibilità. Per questo motivo abbiamo messo a punto il pacchetto di dispositivi "Save Energy", che racchiude una serie di misure e accorgimenti tecnici che consentono un concreto e misurabile abbattimento dei consumi energetici e della produzione di scarti di lavorazione.

SCM GroupPer quanto riguarda il materiale, in che modo il legno si sta affermando sul mercato dei serramenti?
In termini generali vediamo, soprattutto in alcuni mercati "evoluti" come i Paesi del Nord Europa, un grande ritorno all'uso di materiali naturali e un avanzamento dell’architettura sostenibile. In questo senso il legno è sicuramente uno dei grandi protagonisti di questo trend. Con specifico riferimento all'Italia e al settore dei serramenti, vediamo invece sempre più affermarsi soluzioni innovative e ibride, come per esempio il legno/alluminio.

SCM sarà una delle "top exhibitors" di Xylexpo 2016. È ancora importante partecipare alle fiere di settore? Il luogo di esposizione, Milano, è un incentivo?
Crediamo ancora fortemente nello strumento "fiera", motivo per il quale il nostro Gruppo partecipa ogni anno a oltre 60 esibizioni nel mondo. La nostra presenza a Xylexpo ha l'obiettivo di dare un forte segnale al mercato e sostenere lo sviluppo della tecnologia manifatturiera "made in Italy", eccellenza riconosciuta in tutto il mondo e punto di riferimento nella filiera legno. La città di Milano è sicuramente una location eccezionale per intercettare un pubblico internazionale.

www.scmgroup.com

Pubblica i tuoi commenti