Per Internorm il cliente deve essere sempre al centro!

Grande soddisfazione, a un anno dall’apertura dello showroom di Bolzano in casa Internorm Italia. Un’eccellente vetrina prodotti per privati e progettisti.

Circa un anno fa, Internorm Italia inaugurava lo showroom di Bolzano. La location è strategica, nelle vicinanze di un grande centro commerciale, su una strada a senso unico nella ex zona industriale della città, facilmente raggiungibile anche in bicicletta utilizzando la pista ciclabile. All'allestimento dell'ambiente di 300 m², l'azienda ha prestato grande attenzione adottando comunque lo stesso linguaggio, pensato per trasmettere all'utenza sicurezza e fiducia, utilizzato nei nove flagship store Internorm, aperti in collaborazione con alcuni partner commerciali. Le parole chiave del progetto, rivolto a privati, professionisti e partner sono: innovazione, competenza e design che l'azienda rappresenta nello showroom attraverso tutta la sua gamma prodotti e che a chiare lettere sono riportate sul materiale informativo poiché "Bisogna ascoltare il cliente – fa presente Daniele La Sala, A.D. di Internorm Italia – ma subito dopo occorre informarlo delineando il carattere dell'azienda per renderlo consapevole dell'importanza del marchio, della sua grande tradizione in qualità, innovazione e competenze. Presso lo showroom spieghiamo tutto questo anche attraverso le referenze e i cantieri su cui abbiamo lavorato che sono illustrati su grandi poster affinché lo showroom sia non solo un bel luogo di vendita ma anche un luogo dove professionisti della vendita consigliano e spiegano in maniera esaustiva le migliori soluzioni che possiamo offrire".

Con l'obiettivo di preparare ad hoc il personale di vendita, l'azienda ha organizzato un percorso di formazione per venditori diplomati, che prevede anche lo studio della psicologia della persona, affinché possano trasmettere la loro professionalità e rassicurare il cliente sulla loro capacità di fornire le soluzioni più adatte alle sue esigenze anche in termini di prezzo "Sappiamo che il prezzo non è certo un aspetto di secondo piano perché è il primo indicatore, anche se non l'unico, del posizionamento del prodotto – aggiunge l'A.D. – Il prezzo può essere basso però occorre far capire al cliente che è sempre in linea con la qualità del prodotto". Oltre che a Bolzano, l'azienda gestisce direttamente i flagship store di Trento, Merano e Roma, dove mette a disposizione della clientela tutte le attività di supporto alla vendita dalla consulenza alla posa in opera.


Quest'ultima è affidata a posatori professionisti esterni, molto qualificati e fidelizzati, formati e aggiornati in maniera approfondita perché hanno seguito e superato il percorso formativo di "Installatore Diplomato" Internorm. Il bilancio del primo anno di vita dello showroom è più che positivo. Sono state confermate come giuste tutte le scelte a partire dalla location che ha molto contribuito a farlo conoscere e a incrementare progressivamente il numero di visitatori che entrano per chiedere informazioni e avere una panoramica veramente completa dell'offerta. "La formula del flagship store, con cui siamo partiti nel 2013, si è quindi rivelata centratissima anche questa volta – conclude l'A.D. – È stata recepita molto bene e intendiamo quindi portarla avanti".

Una finestra premiata per qualità estetica e sostenibilità economica
Tra le ultime novità di Internorm Italia c'è la finestra in legno-alluminio HF410 con profilo I-tec Core, una nuova tecnica di costruzione del profilo che prevede l'incollaggio di diverse lamelle di legno che formano un'anima molto robusta e rigida in grado di sostenere carichi maggiori rispetto a un telaio in legno massello. Questa tecnica riduce lo spessore del profilo anche nelle grandi finestrature aumentando la luminosità. Con opportuno vetraggio e tre guarnizioni di serie, la finestra offre un isolamento termico Uw fino a 0,64 e acustico fino a 46 dB. Si tratta di un serramento innovativo e sostenibile con un rapporto prezzo/prestazioni molto competitivo. Per questo, si è aggiudicato a Klimahouse, il premio KlimaPrize 2017.

INTERVISTA A DANIELE LA SALA: dove c’è complessità ci sono opportunità

Oggi ai distributori serve un'organizzazione efficiente?
Innanzitutto si deve affidare la vendita a professionisti perché chi se ne avvale ha un'azienda solida, con reparti strutturati che lavorano bene insieme, e non sente la crisi perché soddisfacendo il cliente si attiva il passaparola che incrementa le vendite.

Quale consiglio può dare ai rivenditori?
Il suggerimento è di essere forti nella vendita, nell'organizzazione e nel capire con quale mercato ci si confronta. Qualche volta non si conoscono i punti di forza dei concorrenti che invece andrebbero analizzati. Posso suggerire anche la digitalizzazione ad ampio spettro del punto vendita perché c’è poca attività in questa direzione e pochi sono aggiornati in questo nuovo percorso per creare contatti o almeno pre-contatti tramite Web e social. Poi, è chiaro, tutto avviene nel punto vendita dove il consumatore si aspetta competenza.

Ci sono opportunità per crescere?
C’è sempre qualcosa di nuovo da fare. Ci sono aree di crisi ma anche chiavi di lettura diverse. Se il distributore si àncora su prodotti di base si confronterà con chi vende prodotti di base, ma se vende prodotti innovativi forse avrà meno concorrenti. Dove c’è complessità ci sono opportunità, ma occorre essere preparati dedicando tempo alla formazione, frequentando più corsi possibili che aggiungono nuove competenze al proprio bagaglio professionale.

Pubblica i tuoi commenti