Posa brevettata Internorm: qualità tecnica ed estetica

Al 15° piano del grattacielo più alto di Palermo, uno studio medico-legale, ha scelto i serramenti altamente resistenti del”azienda Internorm.

Nel corso di una ristrutturazione, gli infissi rappresentano una delle componenti più importanti in termini di contenimento del calore e quindi di riduzione della dispersione termica collegata, di conseguenza, all'isolamento acustico.
Scegliere un buon serramento apporta immediati risultati in termini di temperatura interna, sia d'estate sia d'inverno, sia come barriera antirumore. Se a questi aspetti si aggiunge anche l'importanza a cui un serramento deve rispondere per una perfetta tenuta all'aria e alle intemperie amplificate dall’essere al quindicesimo piano di un grattacielo, ecco che le prestazioni devono essere indubbiamente di alto livello. Internorm ha concluso di recente l'installazione dei suoi infissi presso uno studio medico-legale professionale di Palermo, situato al quindicesimo piano del grattacielo INA ASSITALIA.

La ristrutturazione, guidata dall'Arch. Piergiorgio Miserendino di PM Architecture, ha previsto una riorganizzazione interna degli spazi più funzionale rispetto all'originale proprio con l'ottica di dover ospitare uno studio medico-legale professionale. Gli ambienti, infatti, dovevano restituire un migliore benessere sia a livello di comfort nella distribuzione delle varie funzioni, sia come equilibrio termico e di isolamento acustico, mantenendo un'uniformità stilistica dei prospetti esterni dell'intero grattacielo.


Una scelta accurata, quella dei serramenti, che doveva, oltre all’estetica, garantire, durabilità nel tempo, corretta illuminazione, riduzione dell'irraggiamento, perfetta tenuta all'aria, alla pioggia e alle intemperie in genere, un ottimo isolamento acustico e termico. Tutte caratteristiche che hanno trovato risposta nei serramenti Internorm con un prodotto composto da un telaio dal profilo di 90/93 mm e tecnologia FIX-O-ROUND con sistema a 3 guarnizioni e a 5 camere con termo schiuma altamente isolante e triplo vetro da 48 mm basso emissivo.

Arch Piergiorgio Miserendino - PM Architetture

INTERVISTA ALL'ARCH. PIERGIORGIO MISERENDINO DI PM ARCHITECTURE

Chi ha installato gli infissi Internorm in questo progetto?
Gli infissi sono stati tutti installati dalla Gold Group Parisi Sas di Gioacchino Parisi di Monreale in Provincia di Palermo che nasce come artigiano nel 1970 e opera da oltre un trentennio nella costruzione di serramenti in alluminio - ferro - acciaio - legno alluminio.

Come è avvenuta la scelta dei prodotti Internorm: scelta consigliata dal progettista, tramite gara di appalto o commessa ottenuta tramite rivenditore o altro?
La scelta di utilizzare un prodotto Internorm è stata suggerita direttamente da me progettista in quanto ero già a conoscenza delle qualità e dell'estetica di questi prodotti, in grado sicuramente, di rispondere alle esigenze richieste dal committente.

Agire su un'altezza al quindicesimo piano probabilmente è stata un'esperienza più problematica di lavori eseguiti in piani inferiori, a causa della frequente presenza di forte vento. Come sono state risolte, in fase di montaggio, problematiche di questo tipo?
L'unità immobiliare, per la sua ubicazione, appunto al quindicesimo piano, è esposta alle più disparate condizioni atmosferiche e in particolare alla pressione delle forti raffiche di vento che influiscono direttamente sulla costruzione degli infissi agendo perpendicolarmente sulla superficie piana degli stessi, per cui, massima attenzione è stata rivolta, sia in fase progettuale sia in fase di installazione, alla criticità dellazione del vento sugli infissi.

Quale è stata la linea stilistica degli infissi che si è voluto mantenere, sia esterna sia interna?
Nel rispetto di un originario design progettuale degli anni '50, dove la componentistica dei serramenti rispecchiava in pieno le idee progettuali di quel particolare momento storico, si è voluto impiegare un profilo che esteticamente si allineasse con tutti quelli originari dell'edificio ma con evidenti caratteristiche intrinseche tecnologiche di elevata qualità. Segno di una sempre attenta e innovativa ricerca compiuta costantemente dall’azienda Internorm.

Data la particolarità della sede, quali sono state le caratteristiche degli infissi scelti ritenuti più idonei in termini di resistenza al vento, alla rottura e alle diverse temperature?
In ragione di quanto detto è stato scelto un telaio con profondità del profilo di 90/93 mm con tecnologia FIX-O-ROUND con sistema a 3 guarnizioni e sistema a 5 camere con termo schiuma altamente isolante e triplo vetro da 48 mm basso emissivo 33 b2 15Ar/4/15 Ar/b 33.2 per un raggiungimento di isolamento acustico fino a 45 dB.

Quali sono state le varie fasi/relazioni fra committente, progettista, rivenditore e produttore al fine di raggiungere la realizzazione di questo progetto?
Attraverso le richieste della committenza il progettista ha precisato progressivamente il progetto e la modalità di soddisfazione delle esigenze del cliente. Ha formulato la programmazione dell'intervento redigendo il budget e pianificando il lavoro nei suoi aspetti: tecnico-architettonico e logistico, coordinando le attività di realizzazione del prodotto, assegnando al rivenditore del prodotto il rispetto dei tempi e la rispondenza delle soluzioni create all'esigenza del cliente, verificando, infine, insieme
con i professionisti coinvolti il funzionamento e l'efficacia di ogni componente del prodotto acquistato e installato.

Pubblica i tuoi commenti