Rubner Porte realizza portoncini in legno sicuri e sostenibili

Rubner Porte rappresenta uno dei principali player nella produzione di porte di legno in Europa con importanti primati alle spalle.

La porta della propria abitazione rappresenta la soglia, un confine, quell'elemento mobile che attraversiamo ogni giorno per entrare e uscire dividendoci fra sfera privata e dimensione collettiva. Le porte d'ingresso hanno un ruolo molto importante, sia perché rappresentano il senso di accoglienza e di benvenuto di un'abitazione, sia perché hanno il ruolo di proteggere le case da chi vuole entrarvi senza la volontà dei proprietari stessi. Rubner Porte rappresenta uno dei principali player nella produzione di porte di legno in Europa con importanti primati alle spalle. Sono, infatti, fra i primi ad aver prodotto portoncini di legno con classi di resistenza RC2 e RC3 equivalenti a una porta blindata in metallo e ad aver realizzato il primo portoncino di legno certificato EI30 resistente al fuoco e fra i primi ad aver proposto al mercato i portoncini ecologici certificati CasaClima. I portoncini Rubner sono prodotti secondo lo standard ECO100® e si contraddistinguono per la loro elevata capacità di contenimento del calore all'interno dell'abitazione, oltre ad aver ottenuto i certificati di controllo per quanto riguarda la loro funzionalità, l'isolamento termico, acustico e la protezione antieffrazione. Il sistema ECO100® è totalmente sostenibile perché realizzato in legno e sughero 100% siciliano.

La combinazione di questi due materiali naturali è perfetta: il legno è un materiale vivo, che risponde alle sollecitazioni esterne, respira e aiuta a mantenere la temperatura ideale all'interno della casa. Il sughero è un materiale isolante eccezionale dotato di ottime caratteristiche termiche, d'insonorizzazione, energetico, impermeabile ai liquidi, robusto e indeformabile, traspirante, antistatico (non attira la polvere), rinnovabile e riciclabile. Le prestazioni di un portoncino di legno sono ormai analoghe a quelle di uno in metallo, ma con un peso della struttura e un consumo di energia durante la produzione e la lavorazione significativamente inferiori.

TUTTO IN LEGNO: parla Theo Unterhofer
1. Ogni portoncino Rubner è fatto in pratica su misura partendo da una scelta di circa 150 modelli di base che però ogni cliente può personalizzare usando diverse finiture, differenti tipologie di vetro e/o accessori. Il 60-70% di portoni Rubner sono prodotti su disegno.

2. Procedere con la scelta del modello desiderato e, se l'esigenza è di averlo personalizzato, proporre il progetto all'ufficio tecnico dell'azienda che si occuperà dello sviluppo e dell'esecuzione delle varianti desiderate.

3. Ogni portoncino Rubner viene interamente preassemblato negli stabilimenti Rubner in tutte le sue componenti e questo gli permette di arrivare pronto direttamente per la posa in cantiere aggirando eventuali problemi di un montaggio poco preciso in opera.

4. Per il fissaggio di un portoncino Rubner è necessario preparare il foro della porta e fissare i falsi telai che possono essere, in base alle varie situazioni, da murare, da posizionare a filo muro, oppure da coprire con dei coprifili indifferentemente che sia fatto su un sistema costruttivo di muratura, di legno o cartongesso.

5. È preferibile fissare un falso telaio sempre di legno perché è proprio in questi dettagli che si creano dei ponti termici che mettono a rischio gli elevati requisiti d'isolamento termico e acustico di una porta a marchio Rubner.

6. Procedere con una corretta siliconatura con nastri adeguati per contribuire a un prodotto finito e posato in maniera ottimale.

7. Altro dettaglio da non trascurare è la scelta di posizionare una soglia termica brevettata da applicare sulla pavimentazione per permettere un'ulteriore separazione fra il caldo e il freddo e allontana il rischio di formazione dei ponti termici.

Pubblica i tuoi commenti