Dall’armadio alle porte, cerniere a scomparsa nel mondo

Cerniere a scomparsa

Progettare e sviluppare soluzioni in grado di soddisfare ogni specifica esigenza dei produttori di porte e di arredi: da sempre la mission di Anselmi del Gruppo Simonswerk

Nata 45 anni fa, seguendo la volontà del fondatore Bepi Anselmi, con l’obiettivo di produrre ferramenta di qualità per il settore del mobile, oggi Anselmi ha ampliato il proprio ambito d’azione e si occupa principalmente di cerniere a scomparsa per porte interne, con una particolare attenzione verso il settore residenziale. L’azienda, con sede a pochi chilometri da Venezia e in provincia di Treviso, si occupa di ogni tappa della filiera, dalla creazione degli stampi fino all’assemblaggio dei prodotti. All’interno degli stabilimenti, anche le fasi di test: prima dell’immissione sul mercato, infatti, le cerniere sono testate nei laboratori interni secondo quanto previsto dalle ultime normative. Dalle parole di Luca Marcon, direttore commerciale Italia del Gruppo Simonswerk, i dettagli sull’identità dell’azienda e sul recente legame con il Gruppo Simonswerk.

Può raccontare a GDS qual è l’origine dell’azienda e come è evoluta negli ultimi anni?

Cerniere a scomparsaAnselmi è una azienda con sede a Roncade, in provincia di Treviso, che dal 1972 produce sistemi di cerniere e accessori per l’industria del mobile e della porta. Da oltre 10 anni l’azienda si è focalizzata nella produzione di cerniere a scomparsa per porte interne residenziali. Con oltre 50 dipendenti e una produzione totalmente italiana e altamente automatizzata e all’avanguardia, Anselmi commercializza i propri prodotti in oltre 40 paesi nel mondo. Dal 2017 fa parte dal Gruppo Simonswerk, azienda tedesca leader da 130 anni nella produzione di cerniere per porte interne ed esterne per edifici sia residenziali che pubblici.

Quali sono i vostri prodotti di punta e quelli di maggior successo?

Da oltre 10 anni l’azienda si è focalizzata nella produzione di cerniere a scomparsa per il settore delle porte interne residenziali ed è riuscita negli anni a sviluppare una gamma completa di soluzioni:

Specialisti del settore

Anselmi realizza interamente nei propri stabilimenti con attenzione verso ogni tappa della filiera

oltre 25 prodotti, declinati in 9 finiture estetiche, che coprono la stragrande maggioranza delle applicazioni presenti sia in Italia che all’estero.

Anselmi è stata la prima azienda in Italia a proporre una cerniera a scomparsa con profondità di fresata sul telaio di soli 21 millimetri che permette l’installazione del coprifilo in cantiere senza dover fare lavorazioni aggiuntive. Questa soluzione ha permesso all’azienda di farsi notare dai principali produttori di porte nazionali e non solo.

La filiera produttiva ha subito un processo di innovazione? Quali sono state le ultime iniziative in questo ambito?

Prendendo spunto dal settore dell’arredo, dove le ante e i cassetti già da anni sono equipaggiati di sistemi di chiusura integrati, Anselmi ha voluto offrire al settore delle porte interne residenziali una soluzione che permettesse di chiudere le porte integrata all’interno della cerniera a scomparsa. È nato così AnselmiClose, un sistema di cerniere a scomparsa con chiusura integrata che qualche settimana fa è stato inserito nell’Adi Index 2018, la pubblicazione annuale di Adi - Associazione per il disegno industriale, che raccoglie il miglior design italiano messo in produzione, selezionato dall’Osservatorio permanente del Design Adi.

Quali iniziative mettete in atto per contenere l’impatto sull’ambiente?

Anselmi persegue una decisa politica ambientale e i suoi processi produttivi sono implementati con il primario obiettivo del riciclo delle risorse e del risparmio energetico. Esempio concreto è il programma Scarico Zero che permette il riciclo di tutte le acque utilizzate nel ciclo produttivo.

cerniere a scomparsa

In che direzione vanno l’innovazione e la ricerca nel vostro settore e per i vostri prodotti?

Anselmi è da sempre al servizio dei produttori di porte e di arredi per progettare e sviluppare soluzioni in grado di soddisfare ogni specifica esigenza. La dimensione internazionale assunta da Anselmi a seguito dell’acquisizione nel 2017 da parte di Simonswerk sta portando l’azienda a sviluppare soluzioni sempre più prestanti e in grado di soddisfare le esigenze di una clientela internazionale. Al contempo, il mercato altamente competitivo in cui Anselmi si trova a operare sta spostando il focus sui processi produttivi dei propri clienti per trovare soluzioni innovative che permettano loro di ottenere economie logistiche e produttive nella produzione delle porte.

Che ruolo ha il design nella vostra filiera?

Design e funzionalità vanno di pari passo. Il settore della porta interna è sempre più influenzato, nelle finiture e nei materiali, da quello che accade nel mondo dell’arredo. La porta non è più solo un oggetto utile a chiudere uno spazio, ma diventa elemento di arredo e ogni dettaglio è importante. Le cerniere, per quanto a scomparsa ad anta chiusa, devono essere funzionali nell’applicazione, adeguate nelle dimensioni ed eleganti nell’estetica. Su tutta la gamma, Anselmi propone ben 9 finiture estetiche standard e molte altre su richiesta. L’inserimento di AnselmiClose nell’Adi Index 2018 premia anche la capacità di Anselmi di progettare un componente tecnico funzionale d’eccellenza considerandone anche gli aspetti estetici e formali.

 

Pubblica i tuoi commenti