Meccatronica e security per serramenti sempre più intelligenti

meccatronica e security

La tecnologia dedicata agli accessori e alla ferramenta per serramenti è in continua evoluzione. Vediamo cosa sta cambiando

Sono due le parole d’ordine nel settore degli accessori per ferramenta: meccatronica e sicurezza. Ed è dalla collaborazione fra le due che nascono i prodotti più innovativi, da applicare nei serramenti, studiati per offrire i migliori sistemi di anti-intrusione.

Il significato dei termini

Parte integrante dell’Industria 4.0, la meccatronica studia come far interagire tre discipline: meccanica, elettronica e informatica, con l’obiettivo di automatizzare i sistemi di produzione, mettere in connessione i singoli elementi e, restringendo il campo all’ambito di studio de Il giornale del serramento, rendere i serramenti intelligenti.

Un esempio pratico di applicazione di sistemi di innovazione è proposto da Dierre che ha sviluppato prodotti di derivazione automobilistica dove, al posto dei classici pistoncini, si utilizza un sistema di lamelle laterali con trappole di vario tipo (il cosiddetto cilindro desmodromico).

In questo modo la serratura a cilindro acquisisce una notevole resistenza a ogni tipo di effrazione e, inoltre, si blocca irreversibilmente quando viene utilizzata una chiave non originale o qualora si cercasse di strappare il cilindro con la tecnica distruttiva volgarmente chiamata “attacco del tubo”.

Anti-intrusione: un successo

«La richiesta del mercato è guidata dai prodotti che offrono i maggiori livelli di sicurezza attiva e passiva», conferma Assoferma.

Questo brevetto prende il nome di “lock blocking system” e, rimanendo nello stesso ambito, dove alla sicurezza si abbina la massima innovazione, sistema particolare anche per D-Fendy, composto da un defender di ultima generazione avvitato su una sottoplacca di alluminio, fissata direttamente alla porta, che consente la facile installazione di mostrina e maniglieria. Fra gli accessori per serramenti legati all’innovazione, anche i lettori biometrici di impronte digitali, da applicare a porte blindate, portoni del garage o impianti d’allarme.

Un dettaglio

Nella versione proposta da Dierre, un software intelligente riconosce la crescita delle dita nei bambini permettendo, con continuità, l’accesso a tutti i membri della famiglia e, non ultimo, il controllo da remoto via app.

Dal punto di vista dell’analisi del settore, invece, alcuni dettagli sul suo andamento e sui mercati più attivi, attraverso lo scenario studiato da Assoferma: «Il mercato

nazionale può essere analizzato sotto un duplice aspetto», racconta il presidente Fausto Fustini, «la parte relativa alle costruzioni commerciali, o anche nota come “mercato del nuovo”, e quella relativa alla sostituzione.

Tutto il mercato del nuovo soffre ancora gli effetti della crisi dell’edilizia per i quali tutto il comparto delle nuove costruzioni ha subito un arresto.

Come settore ci aspettiamo una crescita graduale nei prossimi anni, mentre quello della sostituzione manifesta alcuni risultati significativi per tutti i comparti legati all’edilizia, anche grazie alla spinta che il tema dell’efficienza energetica ha prodotto. I mercati spesso risultano trascinati dalle grosse costruzioni in ambito non residenziale che chiaramente manifestano numeri più importanti.

Per questo il progettista diventa un interlocutore molto importante, sia per l’azienda costruttrice che per il cliente finale. In ambito residenziale si parla quasi esclusivamente di sostituzione, in particolare per il prodotto porta corredato dei vari accessori». ◗

 

Pubblica i tuoi commenti