Il vetro come pietra, per uno stile minimalista e contemporaneo

Vetro come pietra

Porte di lusso e di sicurezza per “Colle Loreto”, una nuova residenza progettata dallo studio Archea Associati

A Lugano, in Svizzera, Alias Security Doors ha firmato con le sue porte un importante progetto dal chiaro stile contemporaneo e minimalista.

Si tratta della residenza denominata “Colle Loreto” progettata da Marco Casamonti di Archea Associati situata a mezza costa lungo il pendio del colle che digrada verso il Lago di Lugano e caratterizzata da un rivestimento in facciata mutevole che si riflette sullo specchio d’acqua e, a sua volta, riflette il paesaggio circostante.

In questo contesto di pregio caratterizzato da un’edilizia che si è stratificata nel tempo con stili diversi, non è stato semplice progettare un nuovo complesso creando, allo stesso tempo, un legame con questa parte di paesaggio.

Grande attenzione alle tendenze per la scelta dei materiali e la cura dei dettagli

Per questo motivo si è scelto di far diventare protagonista l’edificio stesso rapportandolo direttamente con il lago. La struttura è di un ponte strallato con due grandi piloni che si proietta verso il lago, edificio reso espressivo grazie al rivestimento che diventa elemento principale che riproduce l’effetto della pietra ma che, a differenza di quest’ultima, riflette il contesto intorno ed è facilmente pulibile come un edificio di vetro. Effetto in facciata ottenuto grazie a un tessuto di fili di rame e ottone intrecciati tra due lastre di vetro la cui lastra retrostante è stata verniciata con cinque colorazioni diverse.

All’interno di questa residenza di pregio, Alias Security Doors ha fornito, restando in linea con la cura dei dettagli dei prospetti, tutte le porte blindate dei vani scala e dei singoli appartamenti con il modello Wing Wall, una porta filomuro completamente complanare alla parete interna.

Le porte blindate Wing Wall sono realizzate con un innovativo sistema di chiusura: d’all’interno è possibile estrarre o retrarre le mandate con un gesto semplice senza l’utilizzo di chiavi o pomoli aggiuntivi; è sufficiente sollevare la maniglia per chiudere in sicurezza e abbassarla per aprire. La maniglia torna sempre in posizione orizzontale.

La cura dei dettagli e la scelta dei materiali, inoltre, derivano da una grande attenzione alle tendenze che provengono soprattutto dal settore del mobile, dell’arredo e del design.

Intervista a Giovanni Alberti, Direttore Commerciale Alias

Come siete diventati fornitori di questo progetto, tramite gara di appalto, tramite l’architetto, il rivenditore o il committente?

Vetro come pietraTramite lo studio di progettazione dell’architetto Marco Casamonti, Archea Associati, uno studio che storicamente lavora con materiali non standard, progettati e personalizzati. Alias è stata scelta perché dotata di un dipartimento di Ricerca&Sviluppo interno, di un proprio know how e di quella capacità produttiva in grado di alterare il prodotto standard per dar luogo a oggetti di grande valenza artigianale, pur se “prodotto industriale”. In altre parole, Alias è stata scelta perchè capace di superare “i confini” del catalogo e soddisfare l’esigenza progettuale.

Infatti, in quest’architettura, Wing Wall EI2-60 è stata installata in una versione perfettamente complanare sia alla parete interna sia esterna.

Quali sono le principali caratteristiche di Wing Wall che hanno convinto la committenza?

Wing Wall è la prima vera porta blindata completamente complanare alla parete interna, un progetto firmato per Alias dall’architetto Ivo Pellegri che risale a ben dieci anni fa.
È la dimostrazione di come l’eccellenza e la bellezza senza tempo di certe soluzioni innovative paghi e vadano oltre il trascorrere delle mode e lo stile del momento (Wing è protetta da 9 brevetti). La committenza, per la precisione, ha preferito il modello Wing Wall EI2-60, una particolare evoluzione di Wall, risultato del vantaggio temporal-competitivo del fare Rierca&Sviluppo che caratterizza l’azienda.

Fra lago e cielo, soluzioni pensate dall’architetto per l’architetto

Per spiegare le sue caratteristiche, riporto la motivazione con cui l’Osservatorio permanente del design ha inserito Wing Wall EI2-60 all’interno dell’Adi design index 2016: «l’unica porta blindata raso muro dotata

di caratteristiche di resistenza al fuoco. Wing Wall E12-60 è, infatti, in grado di superare i 60 minuti di resistenza al fuoco secondo la recente normativa europea EN 1634-1.

Un’unica tipologia di serramento blindato riunisce in tal modo distinte qualità, come la sicurezza all’effrazione e la resistenza al fuoco, alle quali si somma la rilevante capacità d’isolamento termico (1W/m2k) e di abbattimento acustico (40 dB)».

Vetro come pietra

Che finiture sono state scelte per le soluzioni da esterno e da interno?

Per il pannello interno è stata scelta la finitura Ral 9010; il pannello esterno, invece, è stato fornito grezzo, con fondo predisposto per accogliere una pittura coordinata con le cromie scelta per l’intero edificio.

Chi ha installato le vostre porte in questo cantiere in Svizzera?

Queste porte sono state installate da un posatore certificato svizzero, formato e specializzato sui prodotti Alias.

Wing Wall è facilmente installabile sia in nuove costruzioni sia in cantieri in ristrutturazione?

Assolutamente sì. Le linee stilistiche di Wing Wall E12-60 sono pensate per rendere agevole l’inserimento nei più disparati contesti, anche grazie alle diverse versioni disponibili di rivestimento, caratteristica accentuata, sul piano tecnico, dalla rilevante facilità di montaggio.

 

Pubblica i tuoi commenti