Portoni: sostenibilità, IoT e varietà stilistica al servizio della sicurezza

Portoni

Edoardo Rispoli, direttore commerciale di Hörmann, risponde alle domande di GDS sui progetti per il futuro e sugli attuali punti di forza dell’azienda

Porte, portoni, telai e motorizzazioni: sono questi i principali ambiti di produzione del gruppo Hörmann, che da realtà familiare si è trasformata, nel tempo, in uno fra i più importanti produttori europei. Alla base della crescita, l’attenzione verso l’innovazione, la sostenibilità e la ricerca di soluzioni sempre funzionali, senza perdere di vista la collaborazione con i progettisti e, quindi, la qualità e la varietà stilistica. Dalle parole di Edoardo Rispoli, direttore commerciale di Hörmann, un approfondimento sui progetti per il futuro e sugli attuali punti di forza dell’azienda.

Quali sono le ultime novità in casa Hörmann, relativamente a filiera e prodotti?

PortoniPer quanto riguarda la filiera, è sicuramente da citare l’ulteriore attenzione al tema della sostenibilità e il fatto che, dallo scorso anno, Hörmann copre il suo intero fabbisogno acquistando elettricità 100% green. Questa elettricità verde “vera” è prodotta utilizzando solamente energie rinnovabili e permette al nostro gruppo di risparmiare annualmente circa 36 chili di scorie radioattive e oltre 36 mila tonnellate di CO2. Per quanto concerne i prodotti, la novità più rilevante è senz’altro il nostro ingresso nel settore del controllo veicolare degli accessi. Avendo fatto della sicurezza uno degli asset fondamentali della nostra ascesa nel mercato delle chiusure, per logica evoluzione siamo oggi entrati anche in questo ulteriore comparto, proponendo due mirate linee: la Security Line – che comprende differenti modelli di dissuasori – presenta soluzioni per il controllo veicolare degli accessi in aree pubbliche e private, quali zone pedonali, parcheggi e aree aziendali, nonché per la regolamentazione del traffico logistico; la High Security Line – all’interno della quale proponiamo, invece, dissuasori, road blocker, barriere automatizzate a movimento verticale e tyre killer – consente il controllo veicolare degli accessi ad aree di massima sicurezza come edifici del governo, aeroporti, location in cui avranno luogo importanti manifestazioni o altre zone sensibili.

Sempre più all’avanguardia il sistema di trasmissione del segnale tra telecomando e automazione per cancelli di ingresso

Parlando di residenziale, una delle novità 2018 è stata RollMatic OD, una serranda salvaspazio contraddistinta, anziché dall’avvolgimento, dallo scorrimento a soffitto del manto. Grazie al montaggio laterale salvaspazio dell’automazione a traino, nonché alle snelle guide di alluminio collegate tramite rinvii d’angolo prefabbricati con piccolo raggio, questo modello necessita di un architrave di soli 60 mm di altezza ed è, quindi, una soluzione ideale per garage con architrave ridotto o, in generale, in presenza di spazi applicativi ristretti.

State seguendo progetti legati all’IoT?

Parlando di IoT, la nostra gamma prodotti comprende già da tempo le pedane di carico con tecnologia Rfid (Radio frequency identification) integrata. Queste soluzioni consentono di registrare senza contatto e con la massima affidabilità i movimenti della merce durante le operazioni di carico e scarico, tramite transponder e ricevitore. Generalmente, infatti, i ricevitori Rfid sono installati sotto forma di gate intorno al portone; il ricevitore Rfid Hörmann, invece, è posizionato direttamente sotto la pedana di carico e, quindi, nelle immediate vicinanze del transponder montato sull’europallet. In questo modo è possibile leggere e registrare tutti i dati rilevanti per la bolla di accompagnamento con la massima affidabilità. Quando, invece, i ricevitori Rfid sono applicati sotto il pallet, spesso non sono letti dalle antenne posizionate sopra o a lato del punto di attracco per le operazioni di carico-scarico, perché il percorso del segnale è troppo lungo o perché la trasmissione è disturbata dalla merce presente sopra il pallet.

Un’altra peculiarità del ricevitore Rfid Hörmann è che questo risulta sempre perfettamente protetto contro urti e collisioni che possono generarsi con il transito di carrelli di trasporto.

Portoni

Quali sono i vostri mercati di riferimento e quali quelli emergenti?

Il mercato di riferimento del gruppo Hörmann è senz’altro la Germania. Come mercati emergenti, invece, è possibile citare l’Oriente e il Sud-Est Asiatico.

Che rapporto avete con i progettisti?

I progettisti sono per noi un target di primaria importanza e, proprio con l’obiettivo di rispondere con sempre maggior efficacia alle loro necessità, abbiamo di recente sviluppato, per esempio, un nuovo programma di consulenza digitale, dando vita a una vera e propria “libreria tecnica” dei nostri prodotti.

Una garazia sul mercato

L’azienda porta avanti le proprie politiche di innovazione in ambito di filiera di prodotto, come spiega in dettaglio Edoardo Rispoli, direttore commerciale dell’azienda

Disponibile sul sito dell’azienda sia in versione online che offline (scaricabile gratuitamente previa richiesta), questo strumento rende accessibili, in modo veloce e intuitivo, tutti i dati tecnici relativi a oltre 850 prodotti commercializzati da Hörmann: dalle dettagliate voci di capitolato ai disegni in formato dwg e pdf, il tutto integrato da foto realistiche di ogni articolo. La struttura dei comandi, pensata per essere di facile utilizzo, permette la ricerca per macro aree di impiego e di tipologia delle varie soluzioni: una volta selezionato il prodotto, sarà possibile visualizzarne la descrizione e accedere al materiale tecnico.

Sempre nell’ottica di offrire ai progettisti modalità e sistemi ogni giorno più qualificati, entro il 2019 adotteremo anche i servizi Bim.

Portoni

Quali sono i prossimi traguardi, in ambito di Ricerca&Sviluppo, a proposito di sistemi antieffrazione?

In termini di Ricerca&Sviluppo in tema di sistemi antieffrazione, stiamo puntando sull’individuazione di applicazioni e utilizzi sempre più peculiari del nostro BiSecur, un evoluto sistema in grado di regolare la trasmissione del segnale tra telecomando e automazione per cancelli di ingresso, porte da garage e porte d’ingresso. Sviluppato dalla Hörmann in collaborazione con gli esperti di crittologia dell’università della Ruhr a Bochum, Bisecur deve la sua eccezionale sicurezza all’utilizzo di una codifica AES 128, standard riconosciuto e utilizzato a livello internazionale, e impiegato, per esempio, per l’online banking.

La nostra azienda ha proposto anche una specifica app, collegata proprio a questo sistema. Questa nuova tecnologia, che abbiamo denominato app BiSecur e che è stata sviluppata per smartphone e tablet, permette il controllo e il comando di porte, portoni e cancelli, non solo da casa ma da qualsiasi altro luogo nel mondo. Non importa se si sia all’estero, sopra un treno o in giro in bicicletta: l’applicazione consente in ogni momento di verificare se le porte d’ingresso o del garage sono aperte o meno e, se necessario, basta premere un tasto per chiudere tutto. Non solo: anche l’illuminazione del garage o le fonti luminose esterne possono essere comandate da smartphone.

Quali sono i vostri prodotti di maggior successo e perché?

Sono molteplici i prodotti Hörmann che hanno incontrato un ampio riscontro sul mercato. Tra tutti, un esempio è il portone LPU42, che la nostra gamma include da tempo e che, negli anni, è stato costantemente “attualizzato” e sempre migliorato per soddisfare le esigenze dei nostri clienti in tutto il mondo.

Si tratta di un portone sezionale di acciaio, dotato di apertura verticale e scorrimento a soffitto, caratteristiche che consentono il massimo utilizzo dello spazio nel garage e nella zona antistante l’ingresso. Le ragioni del suo successo sono molte: innanzitutto è una chiusura adattabile a ogni tipo di garage, sicura e resistente nel tempo.

A doppia parete coibentata e dotato di elementi con uno spessore di mm 42, presenta un elevato isolamento termico e offre buone performance anche in termini di effrazione. Oltre ad avere significative prestazioni tecniche, è dotato anche di un’estetica attuale e versatile: infatti, è disponibile in 16 colori preferenziali ma, a richiesta, anche in tutte le tonalità della gamma RAL. Presenta, infine, molteplici ed eleganti varianti estetiche, tra cui raffinate finestrature, inserimento portina pedonale, classici cassettoni S, moderne grecature (S, M, L, D e T) effetto legno (Woodgrain), effetto sabbia (Sandgrain), effetto seta (Silkgrain), effetto simil legno (Decograin) ed effetto ondulato (Micrograin)

Riuscite a definire alcune tendenze stilistiche per il vostro settore?

Operando a livello mondiale in numerosi mercati, vediamo in realtà che le tendenze stilistiche sono molteplici e tra loro anche differenti. Il nostro obiettivo è proporre, quindi, un’ampia e diversificata gamma di prodotti rispondenti alle più diverse esigenze specifiche, sempre nel rispetto di un corretto equilibrio tra design ricercato, efficienti logiche di industrializzazione e tensione costante alla più avanzata innovazione tecnologica.

 

 

Pubblica i tuoi commenti