Hörmann per la Philips di Amburgo: limiti aboliti negli uffici del 21° secolo

Le porte Hörmann, parte integrante del concept del progetto, contribuiscono alla vivace eleganza e alla massima trasparenza degli spazi interni Philips.

Le porte antincendio e tagliafumo Hörmann offrono sicurezza e trasparenza all'intero edificio

Destinato ai mercati austriaco, svizzero e tedesco, il nuovo quartier generale tedesco del gruppo Philips ad Amburgo, detta i nuovi criteri nella realizzazione degli edifici per uffici. I punti focali della filosofia aziendale, lavoro di gruppo e collaborazione interdisciplinare, si traducono in ambienti fluidi e senza vincoli. Sono banditi gli uffici chiusi (solo il 15%) e la rigida suddivisione per aree funzionali. Lo spazio interno è connesso da percorsi brevi che collegano le aree vocate alle relazioni personali, praticamente un mix di posti di lavoro mobili, aree per il lavoro di gruppo, stanze per il relax, sale riunioni e aule per conferenze. Gli staff amministrativi, ricerca e sviluppo, marketing e assistenza occupano ora il nuovo edificio, frutto della profonda ristrutturazione di un fabbricato preesistente – caratterizzato dall'alternanza di fasce di laterizi e finestre a nastro sulle facciate – e del nuovo volume d'ampliamento, che si distingue per i prospetti quasi completamente vetrati.

Le aree di consentono al personale di scegliere la postazione migliore e di modificare localmente i parametri ambientali per il massimo comfort

La personalità libera dell'edificio è frutto del programma "Workplace Innovation", messo a punto dal gruppo olandese per orientare la progettazione degli spazi di lavoro che, in questo caso, è stato sviluppato dagli studi ECE Projektmanagement e Schaub & Partner Architekten per lo storico sito di Fuhlsbüttel, dove nel 1927 nacque Philips Healthcare. Con il determinante contributo dello studio Seel Bobsin Partner, specializzato nello space planning e nell'architettura d'interni. Lo spazio di lavoro di questo progetto si è trasformato in un ambiente accogliente, pratico e rilassante, nel quale dipendenti e dirigenti cambiano la propria postazione a seconda delle attività e dei progetti loro assegnati.

Le porte a doppia anta offrono massima trasparenza e hanno motorizzazioni automatiche, utili per abbattere le barriere architettoniche

Le "breakout areas" della struttura, sono veri e propri punti d'incontro informali situati nel cuore dell'edificio, caratterizzati da poltrone da spiaggia in vimini e sedie in legno laccato a disposizione di dipendenti e ospiti. Un allestimento molto informale ispirato ai boschi di betulla del Nord Europa.

Una delle “breakout areas” situate nel centro dell’edificio, allestita con piccoli tronchi di betulla e mobili da giardino per favorire la comunicazione interpersonale e il relax

Semplici scrivanie sono disposte liberamente a formare composizioni volta per volta differenti, a seconda delle necessità: per lavorare basta una presa elettrica alla quale collegare il proprio laptop; per comunicare a distanza sono sufficienti le reti mobile e wireless interne; ulteriori postazioni "touch-down" sono destinate a mansioni di breve durata e agli ospiti. Pavimenti e rivestimenti sono concepiti per creare un'atmosfera quieta, laboriosa quanto silenziosa, ma altamente personalizzabile a seconda dei gusti e dei bisogni individuali: i livelli di illuminazione e di climatizzazione possono infatti essere modificati localmente agendo sui software in dotazione a tutti i computer.

Spazi aperti e locali chiusi per meeting e colloqui confidenziali si avvicendano all’interno di un ambiente fluido e aperto, quasi informale

Sistemi informatici governano la prenotazione degli spazi più appartati, destinati ai meeting, alle riunioni dei gruppi di lavoro, ai colloqui confidenziali e alla concentrazione individuale, mentre per le relazioni interpersonali e il relax sono a disposizione le breakout areas. Nonostante l'innovativo concept spaziale, anche nella nuova sede Philips sono presenti delle porte, la cui funzione è eminentemente legata alla sicurezza antincendio. Per il proprio fiore all'occhiello, il gruppo olandese ha scelto i prodotti  Hörmann come le porte tagliafumo RS e le porte antincendio nelle classi di protezione T30 e T90.

La vetrata di questa porta Hörmann T90 HE911 è stata personalizzata con adesivi a secco per coniugare trasparenza e privacy

Hörmann ha fornito 105 porte a telaio tubolare dei modelli RS, T30 e T90, ad anta singola o doppia, con o senza anta laterale e sopraluce, in gran parte equipaggiate con sistemi di sblocco elettrico, motorizzazioni automatiche per battenti girevoli e chiudiporta aerei. Si tratta di prodotti con telaio tubolare in alluminio e pannello vetrato a elevate prestazioni, il cui inserimento cromatico è stato accuratamente studiato utilizzando discrete finiture color antracite per gli snelli telai e privilegiando la trasparenza mediante vetrate ad alte prestazioni. Le porte sono situate prevalentemente lungo gli spazi connettivi, nei corridoi e in corrispondenza dei vani scale e ascensore, per creare compartimenti antincendio che proteggono gli ambienti di lavoro facilitando l'esodo in caso di necessità, coniugando l'elevato grado di comfort e facilitando l'accesso senza barriere. Completato nel 2015, il progetto è certificato "Gold" da DGNB, società tedesca per l'edilizia sostenibile.

Scheda del progetto:
Ubicazione: Röntgenstraße/Sengelmannstraße, 22335 Amburgo.
Committente/investore: ECE Zwölfte Generalübernehmer GmbH & Co. KG, rappresentato dall'amministrazione ECE Zwölfte Generalübernehmer GmbH, Oststeinbek.
Dimensioni: s.l.p. 18.000 mq, superfice adibita a uffici: 13.500 mq.
Sviluppo progetto, architettura, progetto generale, gestione del progetto: ECE Projektmanagement, Amburgo.
Progetto preliminare e di dettaglio principale: Schaub & Partner Architekten, Amburgo.
Impresa generale: BAM Deutschland AG, Stoccarda.
Architettura degli interni: Seel Bobsin Partner, Amburgo.
Progettazione di strutture portanti: GuD Planungsgesellschaft, Amburgo.
Tecnologie per l'edilizia: IPP, Amburgo/Wrage Herzog & Partner, Mölln.
Progettazione della facciata: Prof. Michael Lange Fassadentechnik, Hannover.
Protezione antincendio: Hahn Consult, Amburgo.
Premio: Certificato in oro, DGNB - società tedesca per l'edilizia sostenibile.
Prodotti Hörmann: 105 elementi a telaio tubolare (T30 e T90), in parte con elemento laterale e sopraluce, motorizzazioni per battenti girevoli automatiche e apriporta elettrici.

Fotografie: Hörmann

Pubblica i tuoi commenti