UNAC: un comparto strategico per la vita delle persone

Unac, associazione costruttori di infissi motorizzati e automatismi per serramenti in genere, è da sempre attenta al tema della sicurezza.

Toni Cavalcante

Unac, associazione che rappresenta i costruttori degli infissi motorizzati e automatismi per serramenti in genere, è da sempre attenta al tema della sicurezza. Una delle sue attività principali è quella di seguire lo sviluppo delle norme di prodotto, sia a livello nazionale tramite l'UNI, sia a livello europeo essendo presente all'interno dei diversi working group del Cen. I diversi progetti normativi e l'evoluzione tecnologica dei settori sono i tasselli fondamentali che condizionano direttamente la sicurezza delle persone. Il comparto rappresentato da Unac infatti è strategico per la vita di ogni singolo cittadino: un infisso, un cancello, una porta se non correttamente automatizzati possono arrecare gravi danni a cose ma soprattutto a persone. Le statistiche parlano di decine di casi di incidenti, a volte purtroppo mortali, all'anno per chiusure non automatizzate in maniera corretta e il nodo cruciale della questione non è riferito alle prestazioni o al malfunzionamento del prodotto in quanto tale, bensì a un'errata installazione o alla mancanza di manutenzione periodica. La regolamentazione relativa ai prodotti seguiti da Unac è dettagliata e fitta, quindi è necessario conoscerla a fondo prima di intervenire. «Un cancello manuale, commettendo un grave errore, è spesso considerato sicuro intrinsecamente, perché sprovvisto di motorizzazione. Di fatto i dati ci dicono l'esatto contrario, gli infortuni registrati per i manuali sono superiori rispetto ai motorizzati. Ciò nonostante anche per i cancelli motorizzati c'è ancora molto lavoro da fare – fa notare Toni Cavalcante, presidente dell'associazione –  un cancello automatico è una macchina a tutti gli effetti e la regolamentazione europea è precisa in merito. Secondo la Direttiva Macchine, una macchina è un "Insieme equipaggiato o destinato a essere equipaggiato di un sistema di azionamento diverso dalla forza umana o animale diretta, composta di parti o componenti, di cui uno almeno mobile, collegati tra loro solidamente per un'applicazione ben determinata". Quindi un cancello manuale non è una macchina mentre un cancello automatico sì e ne derivano valutazione, rischi, obblighi e responsabilità per chi lo rende tale. Infatti, l'installatore funge da fabbricante della macchina ai sensi della direttiva, quindi spettano a lui gli obblighi relativi all'analisi dei rischi, alla dichiarazione di conformità e all'apposizione della marcatura CE sulla nuova macchina. Di conseguenza i controlli a cui è soggetta una macchina sono di gran lunga più approfonditi e sono volti a incrementarne la sicurezza per le persone». Pur rappresentando chi progetta e realizza il prodotto "automatismo", per semplificare e informare, Unac mantiene un contatto diretto anche con gli altri operatori del settore che hanno la facoltà, e l'onere, di condizionare direttamente la sicurezza delle persone: in primis gli installatori/costruttori ma anche i fabbri, gli amministratori di condominio, anch'essi responsabili in caso di incidenti se si verificano talune circostanze, in modo da supportarli e fornire loro tutte le informazioni necessarie per muoversi nella corposa regolamentazione di settore. L'associazione ha, infatti, redatto da anni delle linee guida di settore che descrivono le attività necessarie per svolgere un lavoro secondo le norme e le direttive europee e ha istituito uno sportello tecnico a cui si possono sottoporre quesiti specifici e ottenere una risposta associativa in breve tempo.

Pubblica i tuoi commenti